logo pagina
logo pagina
logo pagina
logo pagina
logo pagina
logo pagina
logo pagina
logo pagina
logo pagina

 
spazio bianco

 
 
 

 
 
Ilsogno della farfalla. 
Rivistadi psichiatria e psicoterapia, Roma, Nuove Edizioni Romane, annoVII, n. 2/98,  £ 25.000  
 
 
In questonumero la rivista di psichiatria e psicoterapia Il sogno della farfalla,propone con taglio tematico, vari articoli e interviste su temidelicati e di grande attualità relativi al rapporto tra infanzia,mondo adulto e sessualità.  
I contributi,le interviste,  alcune recensioni e le note correlate concorrono quindia realizzare un discorso coerente centrato sulla riflessione scaturitada fatti aberranti di cronaca nera di abusi e violenze all'infanzia. Ilpunto su cui viene centrata l'attenzione è che žmalato, perversoe violento non è il bambino, ma una cultura adulta costruita suuna teoria nella quale pregiudizi religiosi, organicistici, illuministici,freudiani si alleano a presentare la sessualità infantile come fontedi malattiaÓ. Secondo il punto di vista della Redazione - legata all'operateorica di Massimo Fagioli - la specifica rilevanza psichiatrica di questopensiero è evidente:  
    essasta nel capovolgere la vigente visione chiarendo come la teoria che informale attuali convinzioni sulla sessualità infantile legittimi i menzionatifatti aberranti; nel segnalare che i provvedimenti presi sulla sua baseper rendere irripetibili tali fatti ne incrementano la possibilità;e nel presentare la terapia come attività eminentemente preventivacostituita dalla critica della sopraddetta teoria e dalla modificazionedella cultura da questa orientata.
Lo stesso Fagioliillustra il suo punto di vista nell'intervista sul tema in E' che nonci si fida dei bambini e in Rappresentare, documentare, ingannare,sul crescente interesse degli adulti per la pornografia e sull'azione chetali immagini svolgono nel mondo psichico.
La criticamirata alla teoria freudiana sulla sessualità infantile la troviamonell'articolo di Carlo Anzillotti e Francesco Riggio 1897: Freud e lalegittimazione culturale della pedofilia che prende spunto da un fattodi cronaca di violenza sessuale ad un minore. Gli autori si rifanno ovviamentealla teoria della seduzione formulata da Freud nel 1896, in cuiil trauma sessuale é ritenuto la principale causa delle nevrosiche si sviluppano in età adulta, successivamente modificata neižTre saggi sulla teoria sessualeÓ del 1905 in cui Freud fa una rettificadi quanto affermato precedentemente, imputando non tanto al trauma, bensìall'apparato pulsionale che crea desideri incompatibili con la vita socialela fonte della psicopatologia: e qui nasce la definizione del bambino perverso polimorfo. Non voglio qui addentrarmi nelle questioni teoricheche possono sollevare l'analisi di questo passaggio, a cui si èispirato il noto libro di Masson Assalto alla verità checon le sue ricerche di archivio ha cercato di svelare la falsificazionedi questo assunto teorico. Freud poi infatti centrerà le sue osservazioninon più sugli atti aggressivi dei genitori contro i figli, ma sugli impulsi aggressivi dei bambini contro i genitori: in questo modo sia gliatti aggressivi che gli impulsi dei genitori verranno analizzati solo comeprodotto delle fantasticherie di un bambino. 
Troviamo poi l'articolo di Daniela Colamedici  La simbiosi del bambino edello psicotico: una critica a M. Mahler, in cui l'autrice distingueil significato del termine simbiosi a seconda che sia riferito alla normalitào alla patologia. 
Viene propostaanche la suggestiva riflessione  ... Videt omnium ferarum dulcissimamquebestiam di Annamaria Zesi che analizza la fortuna della favola-mitodi Amore e Psiche nella cultura europea. 

In ultimouna interessante e documentata scheda žA proposito di cultura delladroga. Nota sul "Progetto Idea-Scuola",  a cura di AlbertinaSeta e AnnaMaria Calò che prende lo spunto sulle nuove propostenel campo della farmacologia dell'età evolutiva, a partire dai bollettinidi informazione scientifica che segnalano delle nuove prescrizioni di antidepressivinel trattamento del disturbo ossessivo-compulsivo (OCD) in bambini e adolescenti.  
Nel gennaio1996 l'associazione Idea presenta al Ministero della Pubblica istruzionee al provveditorato degli studi di Roma il žProgetto idea-scuolaÓ che avrebbelo scopo di promuovere maggiori conoscenze a proposito del Ždisagio giovanile'proponendo l'intervento diretto di psichiatri nella scuola. Il progettoviene approvato e in marzo dello stesso anno l'associazione Idea e il Provveditoratoagli studi organizzano un primo incontro in una scuola romana sul temažDisagio giovanile e salute mentale: ansia e depressioneÓ. Vengono poiriportate in sintesi le interrogazioni parlamentari di A. De Luca, senatoredel gruppo parlamentare dei Verdi e del senatore A. Ossicini, e la relativarassegna stampa sempre sul tema, che sottolinea come l'attivitàdi promozione di Idea è dichiaratamente incentrata sulla terapiafarmacologica del trattamento dei disturbi dell'età evolutiva. 
 
 
 


Tornaalla pagina delle recensioni  


InformazioniEditoriali: http://www.ie-online.it/ 

Case Editricion-line: http://alice.it 


spazio bianco
RED CRAB DESIGN 
spazio bianco
Priory lodge LTD